blog & news

Autocombustione al Burning man

Come ogni anno a Black Rock City, nel deserto del Nevada, 70.000 persone si sono radunate per celebrare…
Ma che cosa si è celebrato? Comincia a sfuggirmi il senso di questa operazione grossa, grassa e costosa.
Costosi i biglietti, anche se li compri un anno prima. Da 500 dollari si passa ai 2000 e oltre per complesse operazioni di bagarinaggio. Il viaggio è costosissimo e infinito, affittare un  camper a Reno è quasi proibitivo, inoltre devi essere indipendente con le tue provviste (almeno cinque litri di acqua  a persona al giorno oltre a cibo non deteriorabile).
Ci sono dieci regole da rispettare e (altro…)

bacheca

Il 24 maggio scorso è arrivato l’Earth Overshoot day del 2018 per l’Italia . Questo significa che abbiamo terminato per quest’anno le scorte di sopravvivenza e stiamo consumando quelle dell’anno prossimo. Noi in pratica esauriamo le scorte prima che l’Ecosistema abbia il tempo di rigenerarsi e, almeno in Italia, non si fa nulla, anzi, neppure si pensa lontanamente a come alleggerire l’impronta ambientale. Se solo riuscissimo a spostare di qualche giorno l’Overshoot day, entro il 2050 potremmo metterci alla pari. Sta a noi, al singolo, alle scelte quotidiane attente al risparmio di ogni tipo di bene proveniente da madre Terra prima che si giunga al punto di non ritorno.
Per info: www.overshootday.org
#movethedate

video

 

Ricordando  il meraviglioso allestimento di
Helter Skelter
regia di Pietro Dattola
con Flavia del Lipsis e Simone Castano
drammaturgia di Paola Moretti

Teatro dell’Orologio
Teatro Trastevere

 

 

gli articoli più letti del blog

Zoe, de amicitia

Passeggiare a Villa Borghese con i cani è come entrare tacitamente in una lobby in cui ci si conosce approfonditamente e si impara ad  accettare le caratteristiche umorali  degli umani e quelle comportamentali degli animali.  Non ci vuole molto, è tutto piuttosto ripetitivo e prevedibile.
E poi c’è Zoe.
Per lei, nobilissima cagnolina senza pedigree, ciò che conta veramente nella vita è l’amicizia. (altro…)

Il vortice, le paperelle e la bellezza comunque

Nel 1992 una nave perse dei container durante la rotta verso gli Stati Uniti, riversando 28.000 paperelle di gomma nel Pacifico. Dieci mesi dopo le prime paperelle comparvero sulle coste dell’Alaska. Da allora sono state trovate alle Haway, in Sud America, in Australia. Alcune attraversarono lentamente la banchisa artica, ma duemila di esse rimasero intrappolate (altro…)

Affrontare le critiche

Come afferma Julia Cameron,  è importante distinguere le critiche utili da quelle distruttive e spesso abbiamo bisogno di capire la differenza per conto nostro. Come artisti, siamo in grado di discernere la natura delle critiche molto più di quanto la gente possa sospettare. Una critica seria e mirata dà all’artista un senso di sollievo, in quanto lo lascia con la sensazione di aver risolto un problema o di aver aggiunto un tassello al suo puzzle. (altro…)