testi

La vita secondo John Cusack

La vita secondo John Cusack di Paola Moretti Personaggi Una Donna Una Ragazza John La scena: un cortile recintato con una siepe di plastica scolorita. Una sedia, una sdraio, una piscina per bambini, un innaffiatoio e una scopa. Altri oggetti colorati come palle, secchielli e palette, sembrano indicare che lo spazio è/era abitato da un […]

Baby blues

Un testo breve in chiave surreale sulle cause della prostituzione delle bambine in Tailandia

Ground zero

La storia di Marguerite Duras e di sua madre, la violenza del loro rapporto d’amore che sembra sempre sconfinare nell’odio e nella distruttività, l’incapacità di comprendersi e di accettarsi, la gelosia nei confronti del fratello Pierre, l’esperienza indocinese, vengono rivissuti nel momento in cui la scrittrice, assistita da Yann Andrea, è costretta a chiudersi in una clinica per disintossicarsi dall’alcol.

Della storia sono testimoni due “uccelli migratori”, che si ritrovano per caso a S.Thala, imprecisato luogo della memoria, testimoni inconsapevoli di un dramma d’amore inappagato, sempre in bilico tra passato e presente.

Un testo che indaga sia i punti luminosi sia i punti oscuri di una vocazione letteraria del più alto livello e della massima intensità del nostro immediato passato.

UNA STRANA FOLLIA – atto unico (dallo spettacolo “Accadde a Roma”)

La mitica Papessa Giovanna, negli ultimi momenti della sua vita, racconta ad un giovane medico sbigottito, la sua storia di giovane donna decisa a conquistare il diritto allo studio e alla realizzazione personale. La folgorante carriera, fatta sotto una falsa identità maschile, è messa in grave pericolo a causa della imminente maternità. Nonostante il disperato tentativo di salvezza del medico, Giovanna sarà trucidata dal popolo romano insieme al suo bambino.

LA VIRTUOSA SPOSA DEL MERCANTE

Francesco Datini, il celebre e ricchissimo mercante. è in viaggio verso Roma con la sua giovane sposa nella speranza di ottenere da Dio la grazia di avere un erede, Il suo desiderio sarà esaudito , ma certamente non per intervento divino.

LA PORTANTINA commedia radiofonica riadattata per il teatro

Ambientata in un improbabile secolo tra 600 e 700, ha per protagonisti due servitori costretti a portare in giro il loro padrone dispotico e crudele chiuso dentro una portantina. Stanchi del loro durissimo lavoro decidono di liberarsi di Sua Eccellenza gettandolo in un burrone,ma dopo un periodo di libertà e di noia, incapaci di gestire la nuova situazione di eccessiva felicità, vanno alla ricerca disperata di un nuovo padrone.

SHOEMBRUNN DAMEN – monologo

Cristine è la custode dei bagni pubblici- settore donne del palazzo di Schonbrunn. E’ precisa, metodica, maniacale nella pulizia. Nel settore uomini, al contrario, il nuovo custode è il suo esatto contrario:sporco, volgare, interessato solo al proprio profitto. Eppure Cristine, per un equivoco, crede in una possibile storia d’amore. Ma il destino riserverà spiacevoli sorprese per entrambi.

COLLAGE – commedia in due tempi

COLLAGE commedia in due tempi Benedetto era un umilissimo operaio che stenografò le prediche che San Bernardino tenne a Siena nel 1300. Nel suo mondo innocente e fantastico entrano Nello e Nico, due colombi che, sullo sfondo di una città medievale sconvolta da conflitti civili, esprimono, nella ingenua mimesi dei difetti umani, la purezza incontaminata […]

ICARO monologo (dallo spettacolo FRAGILE NOVECENTO)

Icaro monologo (dallo spettacolo FRAGILE NOVECENTO) Icaro, il protagonista, vive legato al suo computer in un rapporto simbiotico che lo fa sentire al centro del mondo pur non facendone parte in alcun modo. Racconta le sue folli storie ad un’amica di chat, Samantha, con la quale presuppone di avere una storia d’amore… almeno fino a […]

L’IMPERFEZIONE – commedia in due tempi

L’IMPERFEZIONE commedia in due tempi Passato e presente si fondono nelle storie di Rosy, un transessuale che attraversa suo malgrado dolorosamente l’inferno dei marciapiedi di Milano e Suor Maifreda che nel Medioevo si propose come nuovo Papa della chiesa di un Dio plurale, non gerarchico né diversificatore, sensibilmente presente in ogni cosa e visibile nel […]