Scrive Sara: C’è un profondo desiderio in me di avere una relazione duratura e significativa con qualcuno, ma mi terrorizza, perchè se ti leghi troppo, non puoi avere la certezza di non essere abbandonata di nuovo. Quella paura di essere respinta….Il modo in cui l’ho risolta è stato respingere per primo l’altro.

No, non possiamo essere certi di non essere abbandonati, nè possiamo sapere se una relazione duratura sia lo stato esistenziale migliore per noi. Lasciamo che la vita trascorra senza costringerla in alcun modo, tirando in barca i remi della rigidità e della paura, liberandola dalle previsioni della mente. Siamo stati cresciuti nella cultura dello sforzo per ottenere qualcosa, del sacrificio che poi darà meritati successi. Certo è necessario onorare le nostre inclinazioni, ma se la strada è giusta le porte si apriranno come per incanto senza nemmeno pronunciare la parola magica,

mentre se restano chiuse non sono evidentemente quelle giuste. Esistono una coerenza e un tempismo perfetti che guidano la nostra vita, compresi incontri e relazioni, che la rendono ricca e colorata. Non riempirla di fumo e nebbia da interpretare secondo l’umore del momento. Sii te stessa, spontanea e tranquilla e quando ti senti spinta a fare qualcosa… non pensarci due volte.
Lettura consigliata: Walden, Vita nei boschi di Henry Thoreau.

Comments

comments