Ho sognato Findhorn e mi sono svegliata con una terribile nostalgia di casa mia. Stamattina sono corsa nell’agenzia di viaggio di una mia amica, ma pare che ci sia la consueta difficoltà nel prenotare un volo quasi diretto mix con compagnie secondarie. Bisogna aspettare, molto. E così potrei andare alla vecchia maniera: aereo fino a Londra, coincidenza per Inverness, treno fino a Dove e alla fine qualcuno che mi viene a prendere con il pulmino della Fondazione. Va bene, se si tornerà ai tempi storici forse anche io tornerò quello che ero per pochissimi giorni. Perciò devo andare, al più presto, per ritrovare quella me stessa che mi sta aspettando con ansia.

Comments

comments