Alcuni di voi

Alcuni di voi mi hanno chiesto perchè, al fine di guarire dal blocco dello scrittore, insisto sulla necessità di scrivere due o tre pagine di getto ogni mattina appena svegli, prima di mettere i piedi fuori del letto e gli occhi sul cellulare. E’ semplice.
Quando facciamo qualcosa per la prima volta, creiamo una connessione fisica, un sottile filamento nervoso che ci permette di riaccedere in futuro a quell’emozione o a quel comportamento.  Ogni volta che ripetiamo un’azione la connessione si rinforza, come se aggiungessimo un nuovo cavo, fino a trovarci spinti a comportarci in un certo modo costantemente. Questa neuro connessione è una realtà biologica. Pensare al cambiamento non serve a niente, mentre produrre un atteggiamento costante costruttivo e finalizzato ai vostri desideri, oppure indebolire un vecchio modulo nervoso fino ad atrofizzarlo condurrà a stabilizzare nuove abitudini positive. Se scrivete qualsiasi cosa per mezz’ora tutte le mattine senza porvi il problema dei contenuti, comincerete a desiderare di scrivere tutti i giorni, vincendo il blocco.
Ricordate comunque che, se non usate la passione, anch’essa finirà per scemare. Anche il coraggio, se non viene usato, diminuisce. L’impegno, se non viene esercitato, svanisce. L’amore, non condiviso, si spegne. Non basta avere una buona mente, la cosa più importante è usarla bene. Il più grande guru del mondo siete voi stessi.