blog & news

EBOOK n°1

Qualcuno mi ha rimproverato per aver scritto che i problemi si superano sempre, che non bisogna lasciarsi travolgere al punto da abbandonare la scrittura. Ma se i problemi sono economici? Come si fa a pensare all’arte se non si ha denaro per la vita quotidiana? Avete ragione, ma fino a un certo punto.
Innanzi tutto credo di aver abbondantemente sostenuto la necessità di un lavoro più o meno stabile che sostenga la possibilità di scrivere nel tempo libero, finchè non sarete almeno un po’ conosciuti. Se questa idea non vi attrae, potete provare a scrivere qualcosa che vi dia un po’ di indipendenza economica senza impegnarvi troppo. Oggi il qualcosa si chiama eBook.

(altro…)

Segnalo un post su Instagram di Elizabeth Gilbert: dieci punti fondamentali per chi vuole scrivere un romanzo e sta sempre ad un misero e frustrante inizio. Davvero interessante per tutti. Se avete problemi con l’inglese scrivetemi
paolamor@libero.iT

bacheca

Luigi Lunari se n’è andato in estate, tra le ultime stelle cadenti. Uno dei più grandi commediografi italiani, uno dei più simpatici. Quando ci incontravamo mi chiedeva sempre se avevo poi deciso di cambiare genere e nome. A suo parere chi scriveva per il teatro doveva essere maschio e inglese o americano altrimenti, anche per un Pirandello redivivo, le speranze di successo sarebbero state scarse o nulle. E si arrabbiava un po’ di ritrovarmi donna italica. Ciao Gigi, scusa se mi viene da ridere pensando a te.

(altro…)

video

 

Ricordando  il meraviglioso allestimento di
Helter Skelter
regia di Pietro Dattola
con Flavia del Lipsis e Simone Castano
drammaturgia di Paola Moretti

Teatro dell’Orologio
Teatro Trastevere

 

 

gli articoli più letti del blog

Autocombustione al Burning man

Come ogni anno a Black Rock City, nel deserto del Nevada, 70.000 persone si sono radunate per celebrare…
Ma che cosa si è celebrato? Comincia a sfuggirmi il senso di questa operazione grossa, grassa e costosa.
Costosi i biglietti, anche se li compri un anno prima. Da 500 dollari si passa ai 2000 e oltre per complesse operazioni di bagarinaggio. Il viaggio è costosissimo e infinito (altro…)

Keith, il parrucchiere e la ghianda

Hanno aperto un negozio di  parrucchiere molto stiloso nella mia strada. Sono entrata per curiosità e ho avuto subito la certezza che molte cose non funzionassero nel mio look. Dovevo essere mesciata, scurita, illuminata, setificata, accorciata, boccolata e spettinata. Le unghie poi… rifatte ab ovo. E le sopracciglia? Un tatuaggio sine dubio. Non c’era un punto in me che poteva avere l’apparenza di ordine e armonia. Eppure sono una che si armonizza appena può. (altro…)

Non illegitimi te carborundum

“Non illegitimi te carborundum”è un motto molto conosciuto negli States e deriva da un graffito ritrovato in un  campo di prigionia. Una delle traduzioni è:” Non lasciarti fregare dai bastardi!” E questo vale per tutti, ma in modo particolare per gli artisti. Di bastardi ce ne sono a iosa: amici, amanti, colleghi, vicini di casa, parenti, ma  anche se costoro ci provocano dolore e lunghe stazioni luttuose (altro…)