AMICI, VAMPIRI E TRANSURFING

Ognuno di noi ha tra le sue conoscenze almeno un vampiro di energia, sempre in agguato per raccontarti le sue pene esistenziali (le stesse da almeno 10 anni) e che si offende se gli fai capire che non sei disposto a lasciarti distruggere. C’è nella nostra cultura il pregiudizio che “sfogarsi fa bene” e quindi che riversare spazzatura nell’orecchio  e nella psiche di qualcuno migliorerà il tuo stato di salute. Le regole del Transurfing di Vladimir Zeland suggeriscono l’esatto contrario. Più ti lamenti e più attiri a te altri motivi di sofferenza, in quanto il mondo, come uno specchio, riflette coscienziosamente quello che noi veramente siamo e desideriamo. Neppure rafforzando l’involucro energetico saremmo in grado di difenderci dai parassiti psichici, che pompano energia sintonizzandosi sulla nostra frequenza. Non mi sento mai in colpa se allontano le persone tossiche dalla mia vita, perché loro non vogliono consigli e consolazione ma solo allargare e approfondire la negatività di cui sono portatori.Fin dal Medioevo, erano molto apprezzati gli specchi veneziani, perché permettevano al volto di acquisire una particolare bellezza grazie all’amalgama della superficie riflettente, a cui aggiungevano dell’oro  che, nello spettro del riflesso, faceva prevalere le sfumature calde.
Così nello specchio duale del mondo dobbiamo proiettare la parte migliore di noi, quella allegra, fiduciosa, positiva, concentrando l’attenzione su ciò che di bene è accaduto o accadrà. Non bisogna permettere a nessuno di interferire con questa priorità che migliorerà noi stessi e l’arredamento del nostro mondo.
La mattina mi sveglio prestissimo per scrivere qualche pagina senza scopo e in piena libertà: posso lamentarmi, inveire e maledire, se proprio ne sento il bisogno.
Se qualcosa di quello che scrivo senza costrizioni o riflessioni può essere utile, lo rielaboro per il lavoro di scrittura del momento (come accadde per la fortunata piece Helter Skelter),oppure lo metto da parte per opere future. In caso contrario, la lamentela resterà chiusa in un quaderno segreto e non darà mai fastidio a nessuno. Questa disciplina mi aiuta moltissimo ad andare incontro al mondo con il sorriso, permettendo allo specchio duale di rispondere con la stessa serenità. Opposizione ferma al terrorismo psichico, dunque, per una Matrix migliore.

Comments

comments