Are you fine, Paola?

Le maggiori e più antiche librerie statunitensi si stanno coalizzando per contrastare lo strapotere di Amazon. Come?  Troppo divertente, troppo risibile. Acquisteranno il 90% dei libri più letti di molti… no, di pochi…no, di uno scrittore che vende alla grande. (Chi sarà poi questo insetto raro?) Ciò significa “rosicare” senza capire la profonda trasformazione operata nella prassi della vendita online,che più niente ha in comune con quanto si faceva in passato.  Ho avuto bisogno di alcuni libri introvabili della poetessa Roli Odeka. Amazon ne ha scovato un’ultima copia usata (in buone condizioni, che in gergo significa costosissima) in una sperduta libreria dell’Illinois. Incredibile,no?  Farli venire in Italia è risultata un’impresa economicamente pesante, ma nel tempo di 15 giorni sfogliavo finalmente ciò che serviva al mio lavoro. E così è per tutto, non solo per i libri. Corrieri precisi e affidabili. massima correttezza nel trattamento dei dati personali, nessuna pubblicità indesiderata. Arriva solo una mail, concepita in tono conciso e affettuoso: are you fine, Paola? E’ tutto a posto? Sei soddisfatta dell’acquisto ( per il quale ti abbiamo amorevolmente spolpato)?
Alcune case editrici italiane si stanno adeguando a questi standard delle vendite online, ma certo non possono uguagliare l’enorme quantità di informazioni su cui Amazon può contare. Libri nuovi, libri usati, edizioni rare, fondi di magazzino invenduti…tutto può servire e tutto viene proposto al momento opportuno. E questo è il futuro, non da combattere ma da privilegiare e incrementare.

Comments

comments