EBOOK n°1

Qualcuno mi ha rimproverato per aver scritto che i problemi si superano sempre, che non bisogna lasciarsi travolgere al punto da abbandonare la scrittura. Ma se i problemi sono economici? Come si fa a pensare all’arte se non si ha denaro per la vita quotidiana? Avete ragione, ma fino a un certo punto.
Innanzi tutto credo di aver abbondantemente sostenuto la necessità di un lavoro più o meno stabile che sostenga la possibilità di scrivere nel tempo libero, finchè non sarete almeno un po’ conosciuti. Se questa idea non vi attrae, potete provare a scrivere qualcosa che vi dia un po’ di indipendenza economica senza impegnarvi troppo. Oggi il qualcosa si chiama eBook.

Nel mio percorso di autrice di teatro, ho pubblicato molti testi anche venduti online e acquistati da un pubblico di addetti ai lavori, notoriamente ristretto. Poi un giorno un amico mi suggerì di contattare una casa editrice piuttosto disinvolta, che pubblicava per vendere al grande pubblico e fare grassi guadagni. L’editor mi diede regole ferree da seguire: tematica standard, numero capitoli e pagine, tipologia scrittura, modificare il mio nome con uno di sapore esotico, inventare una favolosa biografia e una deadline irrinunciabile. Scrissi il libro in due mesi, lo pubblicarono e per lungo tempo continuai a percepire i diritti d’autore. Pochi, maledetti e costanti. Il libro non era impegnativo, seguiva un basso profilo creativo, si leggeva con facilità al bagno o sotto l’ombrellone.
Se voi date un’occhiata su Amazon alle recensioni di libri di tipo motivazionale (i più venduti) vi accorgerete che i lettori lodano con passione la brevità dei capitoli e dell’insieme, la scorrevolezza dello stile, chiedono informazioni precise, qualcosa di nuovo, ma niente di impegnativo.
Io del mio libro ancora mi vergogno e ogni tanto purtroppo lo vedo in giro, ma penso che si possa scrivere qualcosa sullo stesso genere per brevità, facilità e interesse, da pubblicare comodamente come eBook che automaticamente, se piacerà ai lettori, vi darà un guadagno costante e abbastanza consistente. Se vorrete seguirmi, vi accompagnerò volentieri in questo percorso, facile ma un pochino accidentato se non ne conoscete le regole. Alla prossima!

Comments

comments