Essere nerd

è un grande privilegio, l’ho scoperto durante questa infinita reclusione. Per me e per tutti quelli come me, fissati, ammaliati, persi nei loro sogni, non fa alcuna differenza. Certo non si va al parco a correre, non si fa trekking nel fine settimana, non ci sono riunioni con altri fissati, non ci si vede con la gente normale, ma non fa alcuna differenza perchè a noi piace vivere solo con il nostro amante primario, quello che soddisfa ogni esigenza, geloso, appassionato, sempre presente ed esigente.


Siamo davanti a una tastiera, una tela, una scrivania(io) o uno strumento ed è lì che si svolge il nostro rituale d’amore, il resto non conta. Il mondo può cadere e risorgere… da noi nerd aspettatevi solo uno sguardo distratto, prima di immergerci nuovamente nella creatività.

Comments

comments