Specchio delle mie brame, chi è la più gentile del reame?

Ho rivisto  qualche sera fa i film culto della mia infanzia: Biancaneve e Cenerentola.  Sono rimasta basita, perché a distanza di anni tutto acquista una dimensione completamente diversa. Le eroine di Disney sono straordinariamente gentili e sottomesse, fino all’inverosimile. La principessa Biancaneve, arrivata alla casetta dei nani, osserva inorridita il disordine  e la sporcizia dei sette accumulatori seriali e decide, seduta stante, aiutata dagli animaletti suoi amici, di intraprendere una pulizia globale. Lava, smacchia, toglie la polvere, cucina,  riordina… tutto cantando soavemente. Ma perché mai una principessa dovrebbe trasformarsi in colf per degli sconosciuti? E come fa ad essere esperta di pulizia domestica? Eppure è appena scampata alla morte e a una terrificante corsa nel bosco… ma le è bastato poco per tornare a cantare, danzare e fare le pulizie.
Lo stesso si può dire per Cenerentola. E’ sottomessa a soprusi di ogni genere da parte delle sorellastre, della matrigna e addirittura del gatto… ma cosa importa? Lei resiste, gentile e disponibile, tanto i sogni son desideri e prima o poi si avvereranno.  Prima di morire la mamma le aveva detto:” Sii sempre coraggiosa ma soprattutto gentile.” E allora davanti alle angherie piange, si confida con i topini, ma si guarda bene dal ribellarsi.  Anche lei è gentile, molto educata. Certo, poi arriverà la fata con tutto quel che consegue. Il principe, in primo luogo. Bene, non si sa come sono andati i matrimoni di queste ragazze, ma sostanzialmente ieri come oggi essere molto gentili non è la strada giusta. Possiamo essere gentili come attitudine interiore e mantenere un giusto distacco da persone e cose. Non diventeremo eroine da fiaba, ma forse riusciremo a non lasciarci travolgere dalle situazioni avverse. Chi è troppo gentile in qualche modo si sottrae anche alle proprie responsabilità, prima fra tutte a quella di tutelare la propria pace interiore in modo costruttivo combattendo per i propri diritti. Non guardate i vecchi film di Disney, ragazze! Istigano alla prostituzione…gentilmente.

Comments

comments